domenica 5 novembre 2017

Minuto ricco


JUAN JOSÉ SAER

CAFFÈ  E MELE

La tazza bianca, nitida, ci accoglie,
corolla aperta sul tavolo, sbocciata
nel presente che, ancora, è fiorito. E l’aroma
acido della polpa autunnale,
senza di noi, mescolato a quello del caffè,
resterà
prigioniero della sua forma:
vite fragili e solitarie. Minuto
ricco, il cui oscillare
tiene questo mondo
in equilibrio sull’oscurità. Presente
rapido e infinito che deposita,
in questo angolo dell’essere,
l’essere intero fatto calore e piacere.

(da L’arte di raccontare, 1988)

.

La delizia dell’istante, il piacere di una piccola sensazione, spesso ci appaga più di quanto possiamo immaginare. Il poeta argentino Juan José Saer (1937-2005) coglie questo istante dal gusto oraziano in cui l’aroma delle mele di una fruttiera si mescola a quello del caffè aprendo discorsi addirittura sull’essere.

.

CAMILLE ENGEL, “MARGO’S CUP AND SAUCER”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Il mondo potrebbe offrirci molto di più se avessimo gli occhi per vedere anche le più piccole cose, il cuore per amarle e le mani per raccoglierle.
ROMANO BATTAGLIA, Incanto

Nessun commento: