martedì 24 ottobre 2017

Brace nella gola del tempo


FERNAND VERHESEN Verhesen

MI INSINUO NELLE GIUNTURE

Mi insinuo nelle giunture
mi nutro ai confini
del tempo degli incontri
dello spazio degli istanti

tu sei presente sopra le felci
le lingue del prato ci accarezzano
ci interrogano le sommità della muraglia
raffiniamo l’aria
che ci separa
più leggeri i rami
dove la speranza si dirama
altezza del tuo respiro
sulle nostre mani tese
L’attesa cancella
le distanze
Non siamo che brace
nella gola del tempo

(da Revue Poésie 1, 1971-72)

.

Il poeta belga Fernand Verhesen (1913-2009) mette la sua capacità di analisi critica al servizio dei versi: ne esce una struttura ridotta all’osso, spogliata da ogni orpello con la quale – inseguendo il concetto di “poesia pura” - descrive quasi oniricamente le sensazioni di un incontro in un giardino.

.

Tarlton

DIPINTO DI KAREL TARLTON

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Coltiva la chiarezza del tuo sguardo / e scegliti vivo, / fino all’oblio, / fino all’amore.
FERNAND VERHESEN

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...