sabato 14 luglio 2018

Come la lucciola


TOMAS TRANSTRÖMER

SFERE DI FUOCO

Nei mesi oscuri la mia vita scintillava
solo quando ti amavo.
Come la lucciola si accende e si spegne,
si accende e si spegne,
– dai bagliori si può seguire il suo cammino
nel buio della notte tra gli ulivi.

Nei mesi oscuri l’anima stava rannicchiata
e senza vita
ma il corpo veniva dritto verso di te.
Il cielo notturno mugghiava.
Furtivi mungevamo il cosmo e siamo sopravvissuti.

(da La piazza selvaggia, 1983 - Traduzione di Maria Cristina Lombardi)

.

L’amore come luce ed energia che permette di sopravvivere ai mesi bui dell’inverno, al suo letargo che deve sembrare oscuro e infinito nei paesi scandinavi – come la Svezia del Premio Nobel Tomas Tranströmer, che ancora una volta cerca l’immanente partendo dall’oggettivo.

.

Lucciole

FOTOGRAFIA DI HIRAMATSU TSUNEAKI

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Sono trasportato nella mia ombra come un violino nella sua custodia nera.
TOMAS TRANSTRÖMER, Il grande enigma




Tomas Tranströmer (Stoccolma, 15 aprile 1931 – 26 marzo 2015), scrittore, poeta e traduttore svedese, Nel 2011 è stato insignito del Premio Nobel per la letteratura con la seguente motivazione: "perché attraverso le sue immagini condensate e traslucide, ci ha dato nuovo accesso alla realtà". La sua opera è posta tra Modernismo, Espressionismo e Surrealismo.


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...