mercoledì 7 luglio 2021

Una nuova voce


MARY OLIVER

IL VIAGGIO

Un giorno, finalmente, hai capito
quel che dovevi fare e hai cominciato,
anche se le voci intorno a te
continuavano a gridare
i loro cattivi consigli;
anche se la casa intera
si era messa a tremare
e ti sentivi alle calcagna
l’antico contrasto.
“Sistema la mia vita!”,
gridava ogni voce.
Ma non ti fermasti.
Sapevi quel che andava fatto,
anche se il vento frugava
con le sue dita rigide
giù fino alle fondamenta,
anche se la loro malinconia
era terribile.
Era già piuttosto tardi,
era una notte tempestosa,
la strada era piena di sassi e rami spezzati.
Ma poco a poco,
mentre ti lasciavi alle spalle le loro voci,
le stelle si sono messe a brillare
attraverso gli strati di nubi
e poi c’era una nuova voce
che pian piano hai riconosciuto come la tua,
che ti teneva compagnia
mentre t’inoltravi sempre più,
di buon passo, nel mondo,
determinata a fare
l’unica cosa che potevi fare;
determinata a salvare
l’unica vita che potevi salvare.

(da Il lavoro dei sogni, 1986)

.

Questa di Mary Oliver è una poesia che va per la maggiore nei siti di mindfulness e di supporto psicologico, e non è difficile capire perché: è un inno al cambiamento, alla forza di prendere in mano la propria vita, a prendere coscienza delle proprie capacità attraverso quel viaggio interiore che libera dalle catene.

.

FOTOGRAFIA © STOCKVAULT

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Dimmi, cosa pensi di fare / della tua unica vita selvaggia e preziosa?
MARY OLIVER, Casa di luce




Mary Oliver (Maple Heights, Ohio, 10 settembre, 1935 – Hobe Sound, Florida. 17 gennaio 2019), poetessa statunitense, vincitrice del National Book Awards 1992 e del Premio Pulitzer 1984, è autrice di 32 raccolte poetiche e di quattro saggi sulla poesia. Il New York Times l’ha definita “Di gran lunga, la poetessa di questo paese che ha venduto di più”.


Nessun commento: