lunedì 12 febbraio 2018

Sarebbero più belle


GHIANNIS RITSOS

SE LE VEDESSIMO INSIEME

Se le vedessimo insieme
sarebbero più belle —
foglie rosse,
colline verdi,
un cancello,
la pioggia.
Ma quand’eravamo insieme
non vedevamo niente.

(in Corpo nudo, da Erotica, Crocetti, 1981 – Traduzione di Nicola Crocetti)

.

La donna amata se ne è andata e il poeta greco Ghiannis Ritsos si strugge di nostalgia, ricostruisce ricordi che gli oggetti e le scene familiari contribuiscono a rinnovare: “Queste minime cose / per noi due / come son grandi. /Tutte”. Per quanto sappia che “Il ricordo del corpo / non è corpo”, non può comunque fare a meno di coltivare questo sogno, l’unico modo di sentire ancora la presenza di lei. E rendersi conto talvolta che il ricordo è alterato.

.

Foglie

FOTOGRAFIA © WALLPAPERS13

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Le mie mani ti ricordano / più profondamente della memoria.
GHIANNIS RITSOS, Erotica




Ghiannis Ritsos (Monemvasia, 1º maggio 1909 – Atene, 11 novembre 1990), poeta greco tra i maggiori del XX secolo. Fu candidato nove volte al Premio Nobel. La sua vita fu animata da un'incrollabile fede negli ideali marxisti e nelle virtù catartiche della poesia.


1 commento:

Gizeta ha detto...

Ho conosciuto le parole di questo poeta prima di sapere il suo nome sebbene già attraverso esse conobbi lui e il suo nome era già scritto nei versi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...