giovedì 18 febbraio 2021

Joan Margarit


Il poeta e architetto catalano Joan Margarit è morto due giorni fa a Sant Just Desvern, presso Barcellona, in seguito a un linfoma che lo aveva colpitoun anno fa. Nato a Sanaüja nel 1938, aveva espresso una vasta opera poetica sia nella sua lingua madre sia in spagnolo, ottenendo prestigiosi premi  tra i quali spiccano il Reina Sofia e il Cervantes. Lascia anche un libro di poesie inedito, Animal de bosque, che uscirà il prossimo marzo.

Poeta attento, con facilità e chiarezza di espressione, Margarit, fu definito “un devoto dell’emozione” per la sua capacità di raggiungere il centro esatto del suo sentire sempre con una allegra risata, nonostante la vita gli abbia riservato molta sofferenza con la scomparsa delle figlie Anna, neonata, e Joana, affetta da sindrome di Down.

.

FOTOGRAFIA © CANARIASDIARIO

.

.

EMBRACEABLE YOU

È triste mettere Gershwin senza poterti abbracciare.
Siamo il bianco e nero di un vecchio film:
le coppie che ballano e le navi da guerra
che salperanno all’alba. Forse ero quel ragazzo
che morì in battaglia, e tu quella ragazza
che non scorderà mai la canzone.
Viviamo nell’ombra la mattina perduta
in oscuri ballabili. Oggi, quella musica
si suona ai concerti e nessuno la balla più.
Abbiamo sbagliato i tempi, distrutto i ricordi.
La festa sta finendo: tieni l’ultimo ballo
- la luce dorata del sax e un brano di Gershwin -
per quando si avvicina
l’ora di imbarcarsi sulla nave da guerra.

(da Poesia d’amore completa, 2001)

.

.

LA RAGAZZA DEL SEMAFORO

Hai la stessa età che avevo io
quando iniziavo a sognare di incontrarti.
Non lo sapevo ancora, come tu
non lo hai mai imparato, che qualche volta
l’amore è una pistola carica
di solitudine e di malinconia
che adesso i miei occhi puntano contro te.
Sei la ragazza che sono andato cercando
per tanto tempo quando ancora non esistevi.
E io sono quell’uomo verso cui
un giorno vorrai dirigere i tuoi passi.
Ma allora sarò così lontano da te
come tu da me adesso a questo semaforo.

(da Joana, 2002)


.

Di Joan Margarit sul Canto delle Sirene:


--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Ho capito il potere della poesia. Se la poesia è buona, come nella musica, reca conforto.
JOAN MARGARIT, El Cultural, 8 gennaio 2021




Joan Margarit i Consarnau  (Sanaüja, 11 maggio 1938) – Sant Just Desvern, 16 febbriao 2021), poeta e architetto catalano. Si definiva poeta bilingue catalano/castigliano, disdegnava le correnti poetiche e considerava il poeta  "l’essere più realista e più pragmatico perché beve dalla realtà”.


Nessun commento: