venerdì 26 giugno 2020

I teneri re, le regine


DARIA MENICANTI

ESTIVA


Ogni sera le madri dai balconi
chiamano i figli con urli soavi.
Cadono i nomi gridati nel buio
come stelle filanti. Ad uno ad uno
tornano con le bluse a quadrettini
le gonnellette alte una spanna i teneri
re,
le regine.


(da Un nero d’ombra, 1969)

.
Estate, i bambini giocano nei cortili, nelle strade – i bambini di un tempo, quelli degli Anni ‘60 e ‘70, non così controllati come quelli di adesso, non così spesso preda degli strumenti tecnologici. Cade la sera in questo tenero bozzetto della poetessa Daria Menicanti, e le madri richiamano a casa i figli: il gioco appena sospeso resta ancora nell’aria, all’osservatrice sembrano interpretarne ancora i ruoli.
.


FOTOGRAFIA © DAILY RECORD

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO.
i bambini giocano sulla spiaggia dei mondi non sanno nuotare né sanno gettare le reti.
RABINDRANATH TAGORE, Gitanjali





Daria Menicanti (Piacenza, 1914 – Mozzate, 4 gennaio 1995), poetessa, insegnante e traduttrice italiana. In lei si mescolano il registro sarcastico e ironico e quello più sottile della malinconia. Per Lalla Romano la sua era “una voce nuova, moderna e classica, per niente alla moda, ma libera e anche audace”.


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...