venerdì 18 marzo 2016

Talora la memoria

 

FERNANDA ROMAGNOLIRomagnoli

GIARDINO INGLESE

Come un lampo - rividi quel sentiero
fra le magnolie. E mi toccò il pensiero
che la nicchia nell'edera ancora
non avesse scordato la mia schiena,
che il nido di verbena
non si fosse riavuto.
Da poco era piovuto, e i grandi fiori
dissetati splendevano, che un tempo
come piccoli pugni si serravano
per resistere a un marzo di gran vento.
Passando, in un barbaglio lo rividi.
O mi parve. Talora la memoria
volta lo specchio:
non più freccia - bersaglio.

(da Il tredicesimo invitato, Garzanti, 1980)

.

La poetessa romana Fernanda Romagnoli (1916-1986), pur apprezzata da poeti e critici quali Sereni, Betocchi e Bertolucci, è poco conosciuta, eppure le sue opere  - solo quattro: Capriccio, Berretto rosso, Confiteor e Il tredicesimo invitato – meriterebbero una maggiore diffusione: in attesa di un post da dedicarle in occasione del centenario a novembre, ecco un grazioso lampo di memoria che confonde lo scorrere del tempo nel cuore di un giardino di marzo.

.

Magnolias

JOHN SINGER SARGENT, “MAGNOLIAS”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
L'acqua limacciosa della memoria, dove tutto ciò che cade si nasconde. Se la si muove, qualcosa torna a galla
.
JULES RENARD, Diario 1887-1910

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...