giovedì 8 ottobre 2015

Immagine passeggera

 

GIUSEPPE UNGARETTI

SERENO

Bosco di Courton luglio 1918

Dopo tanta
nebbia
a una
a una
si svelano
le stelle

Respiro
il fresco
che mi lascia
il colore del cielo

Mi riconosco
immagine
passeggera

Presa in un giro
immortale

(da L’Allegria, Mondadori, 1931)

.

Luglio 1918. Il 19° reggimento di fanteria della Brigata “Brescia” cui appartiene Giuseppe Ungaretti (1888-1970) si trova sul fronte della Champagne, in Francia. È notte, la nebbia si dissolve e permette finalmente di vedere un cielo limpido, stellato: il poeta, “uomo di pena” cui basta un’illusione per farsi coraggio, davanti all’infinito che si è spalancato, torna a riconoscersi “una docile fibra dell’universo” come nell’agosto 1916, quando a Cotici si era bagnato nell’Isonzo.

.

aee4acd18097a1b46e5ef8911e84e250_cielo_stellato

FOTOGRAFIA © 3BMETEO

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
In quest’oscuro / colle mani / gelate / distinguo / il mio viso // Mi vedo / abbandonato nell’infinito.
GIUSEPPE UNGARETTI, L’Allegria

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...