sabato 19 aprile 2014

Fior che si disfiora


VINCENZO CARDARELLI

APRILE


Quante parole stanche
Mi vengono alla mente
In questo giorno piovoso d’aprile
Che l’aria è come nube che si spappola
O fior che si disfiora.
Dentro un velo di pioggia
Tutto è vestito a nuovo.
La umida e cara terra
Mi punge e mi discioglie.
Se gli occhi tuoi son paludosi e neri
Il mio dolore è fresco
Come un ruscello.


(da Poesie, Mondadori, 1949)

.
Un dolore che si rinnova come fa la primavera, che nutre il suo variopinto caleidoscopio di fiori con la pioggia d’aprile, una ferita che si riapre e torna a sanguinare, se mai ha smesso. Vincenzo Cardarelli (1887-1959) conferma la sua vena di tormentata inquietudine, la malinconia del suo vivere, la “tristezza inevitabile”, la solitudine che lo caratterizzò per tutta la vita.

.
flowers in the rain
FOTOGRAFIA © HD WALLPAPER
.
--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Amore e primavera vanno insieme.
VINCENZO CARDARELLI, Poesie

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...