domenica 4 maggio 2014

Adesso che tu dormi

 

JUAN RAMÓN JIMÉNEZJiménez

SERENATA SPIRITUALE

Adesso che tu dormi
posso, solo, adorarti,
senza che la mia fede
sia da te corrisposta.

È bello dare intero
sé, senza ricompensa.
La vita si fa immensa,
questo è l'amore vero.

…Dormi, mentr’io, in un’estasi,
ti adoro; mentre seguo
pensandolo, con te,
il tuo sogno che sale
fino agli alti confini
dei cieli aperti a quelli
che, desti, sono degni
di abitarne i giardini.

Ah, veder la bellezza
che copia l'infinito;
candore benedetto
della tua assenza pura!
Seguire strenuamente
la realtà negletta
in cui è la più alta
vita della tua mente.

Come se fossi morta,
nella tua viva calma
ti adoro, presa l'anima
tra due primavere…

(da Diario di poeta e mare, 1917)

.

Il poeta spagnolo Juan Ramón Jiménez (1881-1958) e l’adorata Zenobia, da lui appena sposata a New York, stanno compiendo il viaggio di ritorno via nave: lei ora dorme, nella cuccetta, e lui la guarda come può fare solo un uomo innamorato. In quel momento, nell’incoscienza del sonno, Zenobia è indifesa e bellissima, e l’amore del poeta è ancora più vero perché completamente disinteressato e assolutamente puro. Un tema che non è nuovo nell’arte – la Venere dormiente di Giorgione, la Ragazza che dorme di Tamara de Lempicka - e nella letteratura: Paul Valéry annota: “Dormiente, mucchio dorato d’ombre e d’abbandoni, / il tuo spaventoso riposo è carico di tali doni, / o languorosa cerva lunga vicino a un grappolo, / che malgrado l’anima assente, agli inferi occupata, / la tua forma del ventre puro / che un braccio fluido ti vela, / veglia; la tua forma veglia, / e gli occhi miei sono aperti”. E Edgar Allan Poe: “Dorme la dama! Oh possa il suo riposo / Ch’è persistente essere profondo! / E l’abbia il Cielo nel suo sacro abbraccio!”.

.

deLempicka-SleepingBlond

TAMARA DE LEMPICKA, “RAGAZZA CHE DORME”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Quali segreti brucia nel cuore la mia giovane amica, / anima dalla dolce maschera, che aspira un fiore? / Di quali vani alimenti il suo naturale calore /fa l’irraggiarsi d’una donna dormiente?
PAUL VALÉRY

2 commenti:

Rosanna Bazzano ha detto...

Commovente…

DR ha detto...

dolcissima

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...