mercoledì 10 ottobre 2012

Uno, Zero e Due


ÓSCAR HAHN

SCRITTO CON IL GESSO

Uno dice a Zero che non esiste il nulla
Zero replica che neppure Uno esiste
perché l’amore ci dà la stessa indole

Zero più Uno siamo Due gli dice
e se ne vanno per la lavagna tenendosi per mano

Due si baciano sotto i banchi
Due sono Uno vicino al cancellino nascosto
e Uno è Zero la mia vita

Dietro ogni grande amore il nulla è in agguato.

.

Una lavagna prende vita sotto lo sguardo poetico del cileno Óscar Hahn (Iquique, 1938): i segni tracciati con il gesso – un gusto di scuole antiche, lontane dalla tecnologia che ora il governo tecnico vorrebbe introdurre – diventano numeri, prendono vita, si antropizzano e vanno ad inseguire l’amore, a insegnarlo sulla lastra di ardesia. E poi c’è chi osa dire che la matematica è una materia arida…

.

image

DAVID O’KANE, “BLACKBOARD”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
E forse l’amore non è che questo: / una donna o un uomo che scende da un vagone / in qualche stazione del metrò, / risplende qualche secondo / e scompare nella notte senza nome
.
ÓSCAR HAHN

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...