lunedì 23 agosto 2010

Un lume

GAETANO ARCANGELI

BASTA CHE UN LUME


Basta anche il lume in fondo alla vallata,
quel lume che ogni sera torna. È come
quando si dice a un premuroso che
ci si vede, e altro lume non occorre...

Basta il mistero, sulla delusa terra,
del lume che a intervalli appare e spare,
e avvezzo a sé fa il cuore, come a un palpito...

Basta che un lume, in una lontananza,
si riaccenda nel mondo, a quando a quando.


.
Avevamo già incontrato la delicata poesia di Gaetano Arcangeli intento ad osservare la bassa marea e a porsi domande sul divino. Eccolo in questi versi dedicarsi alla speranza: che altro è infatti quel lume che la sera si accende e vacillando nel buio ci conforta comunque con la sua presenza? La speranza, l’Ultima Dea dei romani, la molla che spinge avanti i nostri giorni, il sogno fatto da svegli di Aristotele, la dolce visione di un futuro che riempie di dolcezza il cuore. Una speranza che si fonde con la fede…

.
Gherardo delle Notti (Gerard van Honthorst), “De Koppelaarster”

.
* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * 
LA FRASE DEL GIORNO
Dolce, e gli carezza il cuore, / nutrice di vecchiaia, l’accompagna, / la Speranza, che regge sovrana / lo spirito volubile degli uomini.
PINDARO, Frammenti, 214

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...