domenica 30 marzo 2014

La materia prima del poeta

 

CARLOS SPINEDIspinedi (1)

MATERIA PRIMA

Compitando il sostantivo "amor"
a emme o erre
possono entrare in gioco
il suo palindromo "roma",
e altri anagrammi:
"ramo", "mora", "Omar".
"armo ", grazie a loro,
questa accozzaglia di parole
di solo quattro lettere
ha, almeno,
nove significati.

Così ricca e labile
è la materia prima del poeta:
non abusarne
e scartane quante più puoi;
forse scopri che nascosta
in questo materiale
una poesia, pazientemente, aspetta
.

.

Le parole sono la materia prima del poeta: è grazie alla loro associazione, al loro intrecciarsi in una trama e in un ordito come in un tessuto che il poeta riesce ad esprimere le sue emozioni. Le raccoglie, le raduna, le mette in fila, ne scarta alcune, ne rimpiazza altre e costruisce la sua poesia. talvolta addirittura sono le parole stesse che emergono, che chiedono di essere prese e infilate nei versi. Così come dice il poeta argentino Carlos Spinedi (Río Gallego, 1928).

.download

 
IMMAGINE © GIUNTI SCUOLA

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Prosa
= parole nel miglior ordine possibile; poesia = le migliori parole possibili nel miglior ordine possibile.
SAMUEL COLERIDGE, Table Talk

2 commenti:

Nella Crosiglia ha detto...

Veramente molta saggezza e ridda di esperienza in tutto questo amico mio!

DR ha detto...

la saggezza del poeta, che, etimologicamente, è "colui che fa", colui che trae dalle parole la poesia, l'invisibile che sta dietro le cose

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...