giovedì 16 agosto 2012

Incontrami nel sogno

 

CLARIBEL ALEGRÍA

DAMMI LA MANO

            “Oggi amo molto meno la vita
              ma sempre mi piace vivere”...
              César Vallejo

Dammi la mano
amore
non lasciarmi sprofondare
nella tristezza
Il mio corpo ha già imparato
il dolore della tua assenza
e nonostante i colpi
continua a vivere.
Non andartene
amore
incontrami nel sogno
difendi la tua memoria
la mia memoria di te
che non voglio smarrire.
Siamo la voce
e l’eco
lo specchio
e il volto
dammi la mano
aspetta
devo armonizzare il mio corpo
per raggiungerti.

(da Saudade, 1999)

.

“Il gran desiderio d'un cuore inquieto è di possedere interminabilmente la creatura che ama o di poterla immergere, quando sia venuto il tempo dell'assenza, in un sonno senza sogni che non possa aver termine che col giorno del ricongiungimento” scrisse Albert Camus nel suo romanzo La peste: parole che si adattano come un guanto a questa poesia della nicaraguense Claribel Alegría (Estelí, 1924). L’assenza, la fine traumatica e spesso unilaterale di un amore, non è una fine, ma un nuovo inizio per chi rimane a custodire quella fiamma come un’antica Vestale. Su quell’amore Claribel Alegría ricostruisce la sua vita, mutata certo come appare anche dai versi di César Vallejo posti in epigrafe, ma non per questo scaduta o precipitata in un gorgo grigio. Sogni e memorie sono i nuovi fili che tessono la trama di quell’amore.

.

LUCIAN FREUD, “BELLA”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Tutti quelli che amo / sono in te / e tu / in tutto quello che amo.

CLARIBEL ALEGRÍA

2 commenti:

Vania ha detto...

..punge/tocca .... e fa male con gran "tatto".

...la frase del giorno...un ottima dichiarazione d'Amore :)

ciaoo Vania

DR ha detto...

l'amore-assenza, l'amore che si manifesta unilateralmente, quello più doloroso, ma certamente pieno

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...