domenica 4 luglio 2010

L’apparizione della bellezza

FABIO FIALLO

SUL SAGRATO

Abbagliante di grazia e di bellezza,
apparve sul sagrato della chiesa
e tutti al suo passaggio si inchinarono
tranne me.

Come uno sciame di allegre farfalle,
volarono gli elogi intorno a lei:
un omaggio che le resero tutti,
tranne me.

E tranquillo così, indifferente
alla sua casa ciascuno tornò,
e indifferenti vivono e tranquilli
ah, tutti, tranne me!

.

Anticonformista? Timido? Snob? O semplicemente poeta? Fabio Fiallo (1866-1942), il maggiore poeta romantico della Repubblica Dominicana ci dipinge questa gustosa scenetta: una bella ragazza appare meravigliosa nel passeggio domenicale dopo la Messa e strega con il suo fascino tutti gli uomini presenti, che si affollano a renderle omaggio e si perdono poi in lodi e complimenti. Tutti, tranne il poeta.

Alla fine ognuno torna alla sua casa, al suo pranzo e il passaggio della bellezza è ormai dimenticato, come una cometa apparsa in cielo e subito eclissatasi. Tranquilli, indifferenti. Il poeta invece no, il poeta non può: egli è un cultore della bellezza, è il profeta che coglie la “limpida meraviglia” ungarettiana e la trasforma in versi…

.

Fotografia: Ruth Orkin, “American girl in Italy”

.

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *
LA FRASE DEL GIORNO
La bellezza deve essere sconvolgente, lasciare senza fiato... deve bruciarti addosso come un sogno, come gli occhi stupendi di una ragazza
.
FRANCIS SCOTT FITZGERALD, Maschiette e filosofi

2 commenti:

Vania e Paolo ha detto...

...bei versi.

... peccato che quella ragazza non li abbia mai letti.
ciao Vania

DR ha detto...

il poeta è sempre affascinato dalla bellezza, dalla meraviglia... non importa se non ne è corrisposto :-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...