domenica 20 settembre 2009

Eraclito di Efeso

Uno dei grandi spiriti filosofici della Grecia antica fu Eraclito. Nato a Efeso intorno al 535 avanti Cristo, spostò l'investigazione dall'inizio materiale del mondo al ritmo interno della natura, a ciò che muove e regola le cose in un eterno mutamento, in un continuo scorrere: il Logos - ovvero, la norma, la regola, la ragione. E “Tutto scorre” è la base della sua filosofia, espressa però in maniera enigmatica, attraverso brevi concetti che guizzano nell’oscurità del sapere come quel fuoco da lui posto a base di ogni cosa.

Un filosofo-poeta Eraclito, capace di esprimersi in modo da farsi comprendere solo dagli eletti, da coloro che sono in grado di capire la sua dialettica, i suoi concetti: e non è questa oscurità, questo ermetismo una delle caratteristiche principali anche della poesia? Eraclito è filosofo di tutti e di nessuno: nei suoi frammenti si ravvisano elementi vicini al Taoismo (il Tao – la Via – è spesso riferita a una sequenza spazio-tempo, lo stesso scorrere ciclico ravvisabile nello Yin-Yang) e al Cristianesimo (il padre è il suo stesso figlio).

 

FRAMMENTI DA “SULLA NATURA”

La via in su e la via in giù sono una e la medesima cosa.

Non si può discendere due volte nello stesso fiume.

L'armonia nascosta vale più di quella che appare.

I cercatori d’oro scavano molto e trovano poco.

Le umane opinioni sono balocchi.

La bellezza del cosmo proviene da cose sparse a caso.

È legge anche seguire il volere di uno.

Per l'uomo il carattere è il demone.

Come potrebbe uno nascondersi a ciò che non tramonta mai?

Più degli orecchi gli occhi testimoniano.

La cultura è un altro sole per i colti.

Il sole è nuovo ogni giorno.

Per la legge come per le mura il popolo deve battersi.

Uno per me vale diecimila, se è ottimo.

Per gli uomini è meglio che non si avveri quanto desiderano.

I confini dell’anima non troverai, neanche se tenti ogni via.

 

Hendrick ter Brugghen, “Eraclito”
© Rijksmuseum Amsterdam

 

*  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  * 
LA FRASE DEL GIORNO
I privilegi fanno schiavi dei e uomini.
ERACLITO, Sulla natura

1 commento:

marione1 ha detto...

mi riferisco ai framenti di Eraclito di Efeso. Suggerirei di riportare sempre il numero D-K (Diesel- Kranz) preferibilmente o Marcovich.

Su internet gira un passo attribuito ad Eraclito sull'acqua che di seguito riporto. Ne conoscete la fonte, prescindendo dalla prima riga, riconducibie al frammento 36 D.-K., fonte Clemente Alessandrino Stromates, VI, 17, 2.?



"Dalla terra nasce l'acqua, dall'acqua nasce l'anima...
È fiume, è mare, è lago, stagno, ghiaccio e quant'altro...
è dolce, salata, salmastra,
è luogo presso cui ci si ferma e su cui ci si viaggia
è piacere e paura, nemica ed amica
è confine ed infinito
è cambiamento e immutabilità ricordo ed oblio. "

da Eraclito

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...