giovedì 20 agosto 2015

Litania d’innamorati

 

ZBIGNIEW HERBERTHerbert

DUE GOCCE

I boschi bruciavano -
e loro
s’intrecciavano le mani intorno al collo
come mazzi di rose

la gente correva nei rifugi -
lui diceva mia moglie ha capelli
in cui ci si può nascondere

avvolti nella stessa coperta
sussurravano parole prive di vergogna
litania d’innamorati

Quando il pericolo era grande
si saltavano negli occhi
chiudendoli forte

così forte da non sentire il fuoco
che gli arrivava alle ciglia

fino alla fine coraggiosi
fino alla fine fedeli
fino alla fine somiglianti
come due gocce
sospese sull'orlo d’un viso.

(da Struna światła, 1956 – Traduzione di Pietro Marchesani)

.

L’amore come salvezza, come isola, come tutto. L’amore capace di superare la guerra, il rischio, l’orrore. Il poeta polacco Zbigniew Herbert (1924-1998) mette in scena una coppia che dimentica la paura e consapevolmente sfida il male e la barbarie facendo l’amore sotto i bombardamenti. Un “make love not war” anticipato di quasi una trentina d’anni…

.

Schiele

EGON SCHIELE, “L’ABBRACCIO”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
L'amore non è tutto, ma ha qualcosa in più di tutto.
VANNUCCIO BARBARO, Scartafacci

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...