lunedì 24 agosto 2015

Come vela

 

CHARLES BAUDELAIREBaudelaire

LA MUSICA

Spesso la musica mi porta via come fa il mare.
Sotto una
volta di bruma o in un vasto etere
metto vela
verso la mia pallida stella.

Petto in avanti e polmoni gonfi
come vela
scalo la cresta
dei flutti accavallati
che la notte mi nasconde;

sento vibrare in me tutte le passioni
d’un vascello che dolora,
il vento gagliardo, la tempesta e i suoi moti convulsi

sull’immenso abisso
mi cullano. Altre volte, piatta bonaccia,
grande specchio
della mia disperazione!

(La musique, da I fiori del male, 1857– Traduzione di Luigi De Nardis)

.

Una vela persa nel mare, in balia del vento e delle onde: spesso abbandonarsi alla musica è davvero questo, con le cuffiette di un iPod che leggono i dati numerici di un file mp3 o sdraiati al suono caldo e antico che una puntina estrae dai solchi di un vinile. È davvero efficace l’immagine scelta dal poeta simbolista francese Charles Baudelaire (1821-1867).

.

Kush

ILLUSTRAZIONE DI ANDREAS HÖHER

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
La musica è l’armonia dell’anima.
ALESSANDRO BARICCO, Castelli di rabbia

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...