giovedì 19 dicembre 2013

Un nastro di seta sul cuore

 

ÁNGEL GARCÍA LÓPEZangel_garcia_lopez

PERVERSIFICAZIONI, 19

E mai penserò, quando sarò libero
dall’impossibilità di questo amore, che hai
gli occhi come gli uccelli
e un sesso nel quale mi rintanerei
a passare l’inverno.
                                 Metterò un nastro
di seta sul cuore per non dimenticarmi
che devo dimenticare. E rendere possibile
l’impossibile. Perché sei
la cosa più bella, tra l’altro, di questo mondo.

(da Perversificaciones, 1990)

.

L’amore è totale. Ed è capace di tutto. Anche di chiederti di dimenticare. Anche di vivere sebbene sia impossibile – almeno in base a quello che sostiene la ragione. Ma tutti noi sappiamo che è impossibile resistere all’amore: “Omnia vincit amor et nos cedamus amori” scriveva Virgilio nelle Bucoliche almeno due millenni fa. L’amore vince tutto, e noi cediamo all’amore. Anche quando dovremmo dimenticarlo, come in questa poesia della serie Perversificazioni dello spagnolo Ángel García López (Rota, 1935).

.

Olbinski

DIPINTO DI RAFAL OLBINSKI

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Amare è spesso una ferita / con una cicatrice rimovibile. / Chi lascia gli occhi sulle tue labbra / è un ammalato che incontra la sua cura.

ÁNGEL GARCÍA LÓPEZ

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...