martedì 5 novembre 2013

Mi sono voltato indietro

 

GIORGIO CAPRONI

RIVELAZIONE

Mi sono risolto.
Mi sono voltato indietro.
Ho scorto
uno per uno negli occhi
i miei assassini.
Hanno
- tutti quanti - il mio volto.

(da Il franco cacciatore, Garzanti, 1982)

.

La vita è un viaggio, un cammino. Dietro di noi lasciamo la nostra ombra e i giorni che abbiamo vissuto. Così, con un’intuizione alla Kafka o alla Buzzati, il poeta livornese Giorgio Caproni (1912-1990) dipinge questo gioco di specchi e di illusioni in cui alla fine è il doppio di se stesso, il responsabile di tutti i suoi errori. Ma, attenzione, perché tutto quanto forse è illusione: “Così si forma un cerchio / dove l’inseguito insegue / il suo inseguitore. / Dove non si può più dire / (figure concomitanti / fra loro, e equidistanti) / chi sia il perseguitato / e chi il persecutore”.

.

the-pilgrim-1966(1).jpg!Blog

RENÉ MAGRITTE, “LE PELERIN”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Uno dei tanti, anch’io / Un albero fulminato / Dalla fuga di Dio.
GIORGIO CAPRONI, Res amissa

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...