lunedì 10 agosto 2015

Tavolozza d’estate

 

MANUEL MACHADO

ESTATE

Frutteti
stracarichi.
Dorate
campagne…

Vetrate
schermate.
Riarsi
cespugli…

Penombra
arsura,
scirocco…

Tavolozza
completa:
estate.

.

Il poeta spagnolo Manuel Machado (1874-1947) in questo sonetto atipico di trisillabi senza neppure un verbo vede l’estate come se fosse un pittore: la stagione bella e calda prende i colori dalla sua tavolozza e dipinge con il rosso e l’arancione dei frutti, stende pennellate più scure per l’ombra dove si va a cercare il fresco, pone i toni del marrone sui terreni riarsi, colora d’oro le messi nei campi di frumento.

.

trigo

FOTOGRAFIA © MALABRIGO

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Estate, gioventù, tripudio di colori.
MANUEL MACHADO

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...