sabato 30 ottobre 2010

L’uomo ombra

 

FERDINANDO MONTEGNACO

L’OMBRA, MENTRE S’ESTENDE

L’ombra, mentre s’estende,
segue il real suo oggetto,
ovunque il piè lo scorge, o lungi, o presso:
et io faccio l’istesso
con voi, segno perfetto
e centro del mio core,
fatto linea amorosa, ombra d’Amore.

(da “Rime di diversi elevati ingegni de la città di Udine”, 1597)

.(

Un madrigale del Cinquecento, di un oscuro poeta udinese, Ferdinando Montegnaco, nato nel 1571 e morto a trentadue anni nel 1603, le cui notizie si perdono nel corso dei secoli. Questo genere di componimento lirico apprezzato tra il Trecento e il Settecento, come abbiamo già visto, ben si presta a esprimere complimenti e lodi con espressioni gentili e graziose e talvolta anche languide. Secondo Giosue Carducci, è “un idillio lavorato a piccole immagini, tanto più netto e vivace, quanto più circoscritto lo spazio entro il quale si girava e più semplice il contorno”.

Credo non ci sia bisogno di tradurre questo italiano poetico nella vulgata corrente, sono tutte parole che comprendiamo. E possiamo capire la modernità di questo madrigale, il desiderio di essere l’ombra della donna amata, di stare sempre con lei, essere il suo scudiero, il suo cavaliere.

Certo, le donne moderne chiedono più indipendenza e più autonomia anche nel rapporto amoroso, ma  forse un’ombra così, un fidanzato d’altri tempi che c’è sempre a qualcuna ancora piacerebbe…

.

 

Fotografia © Francesca Woodman

.

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *
LA FRASE DEL GIORNO
Perduto è tutto il tempo / che in amar non si spende.
TORQUATO TASSO, Aminta

2 commenti:

Vania e Paolo ha detto...

..non occorre che dica la mia opinione..:((....:))
...faccio parte di quella schiera e credo che nell'intimo...donna o uomo... cerchino quell'ombra ...piccola o grande ...sempre.
ciaoooo Vania

DR ha detto...

evviva l'ombra!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...