sabato 2 gennaio 2010

Poesie per gennaio

Gennaio è la porta che ci conduce entro un altro anno: bianchi i fogli delle agende, bianchi i campi di brina e neve. L’inverno si manifesta in tutto il suo rigore, prima di lasciare intravedere sprazzi di primavera qua e là: gemme che si aprono sui rami, piccoli fiori che sfidano il gelo.

.

ANTONIO MACHADO

SOLE D'INVERNO

È mezzogiorno. Un parco.
Inverno. Bianchi viottoli;
monticelli simmetrici
e scheletrici rami.

Dentro la serra
aranci nei vasi,
e nella botte, dipinta
di verde, la palma.

Dice un vecchietto
fra il suo vecchio se stesso:
" Il sole, questa bellezza
di sole!..." I bimbi giocano.

L’acqua della fontana
scivola, scorre e sogna
lambendo, quasi muta,
la verdognola pietra.

.

Fotografia © David Lorenz Winston

.

ROBERTO ROVERSI

SENTO LA STAGIONE

Sento la stagione
cadere nei vicoli, annerire
con le bucce di arancia.

Non fui mai tanto solo
nella sera di un grigio, freddo
inverno.

Quando ero giovane e forte
non mi accorgevo
che l’inverno era sui tetti.

.

Gustave Caillebotte, “Tetti nella neve”

.

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *
LA FRASE DEL GIORNO
Qualche traccia lasciò come di brina, / tracce di neve il perfido Gennaio: / onde, se guardi, pensi ad un mugnaio / distratto ch'ha perduto la farina.
FAUSTO MARIA MARTINI, Panem nostrum

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...