sabato 18 gennaio 2014

Mi sento meno solo

 

ÁNGEL GONZÁLEZ

LEGGO POESIE

Leggo poesie a caso,
leggo quasi senza pensare a quel che leggo.
Quando incontro un verso triste,
sento nell’anima come una carezza.
Non che mi conforti la tristezza altrui;
è che mi sento meno solo.

(da Nada grave, 2008)

.

La poesia ha questa grande capacità di veicolare le emozioni, di liberarle dalla gabbia e farle volare per il mondo. Se “far poesia vuol dire riconoscersi” come scrisse Sergio Solmi, vale anche la direzione opposta: leggere poesia vuol dire riconoscersi, se il lettore – in questo caso il poeta spagnolo Ángel González (1925-2008) – si ritrova nell’emozione altrui e la condivide.

.

Reader

RICHARD YEOMANS, “THE NOVEL READER”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Con la lettura ci si abitua a guardare il mondo con cento occhi, anziché con due soli, e a sentire nella propria testa cento pensieri diversi, anziché uno solo. Si diventa consapevoli di se stessi e degli altri.
SEBASTIANO VASSALLI, Un infinito numero

2 commenti:

Vania ha detto...

..quanti "Poteri" la Poesia....

ciaoo Vania:)

DR ha detto...

una forza straordinaria

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...