giovedì 2 giugno 2011

Nell’aria che si leva


ANTONIA POZZI

BREZZA

Mi ritrovo
nell'aria che si leva
puntuale al meriggio
e volge foglie e rami
alla montagna.

Potessero così
sollevarsi
i miei pensieri un poco ogni giorno:
non credessi mai
spenti gli aneliti
nel mio cuore.

8 giugno 1935

(da Parole, 1937)

.

A una certa ora del primo pomeriggio dal lago di Como si leva un vento leggero a carattere di brezza: arriva da sud al calare dell’altro vento del lago, il «tivano», dopo la calma del mezzogiorno, e viene chiamato «breva». Antonia Pozzi, che aveva il suo buen retiro dal grigio milanese a Pasturo, sulle prime Prealpi lecchesi, ben conosceva questo vento dolce e delicato, paragonato da alcuni al bacio di tiepide labbra. E ne gustava la puntualità, arrivando a desiderare, per analogia, un quotidiano risveglio dell’essere, un elevarsi dello spirito. Ogni giorno…

.

image

Fotografia © Daniele Riva

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO 
Il grado di libertà di un uomo si misura dall'intensità dei suoi sogni. 
ALDA MERINI, Aforismi e magie

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...