venerdì 3 giugno 2011

Come la prima volta

 

ELOY SÁNCHEZ ROSILLO

L’INCONTRO

...e ora, ora,
succederà di nuovo
quella sera:

...una ragazza,
che eri tu, mi guardava
per la prima volta.

.

“L’amore comincia nell’istante in cui la donna si inscrive con la sua prima parola nella nostra memoria poetica” scrive Milan Kundera nell’Insostenibile leggerezza dell’essere. È questo il momento in cui nasce l’innamoramento, il punto cardine di una storia. E lì ritorna, mescolando i tempi, passando dal presente a un futuro in cui il passato accadrà di nuovo il poeta spagnolo Eloy Sánchez Rosillo (Murcia, 1948). Cito ancora Kundera, dallo stesso romanzo: “Il tempo umano non ruota in cerchio ma in linea retta. È per questo che l’uomo non può essere felice, perché la felicità è desiderio di ripetizione”. Qui mi permetto di dissentire con il maestro ceco: il tempo va sì in linea retta, ma ci consente varchi all’indietro e in avanti – chiamiamo per comodità ricordi e memorie i primi, speranze o sogni o desideri i secondi: è lì che riesce a infilarsi talvolta l’incanto della poesia.

.

Fotografia © Peter Hendrie

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO   
Ricordo, amore che non muore mai. 
JUAN RAMÓN JIMÉNEZ, Pietra e cielo

2 commenti:

Adriano Maini ha detto...

Non facile fare commenti, viste le tue superbe presentazioni critiche. In effetti, vengo qui per farmi una cultura.

DR ha detto...

Grazie, Adriano, ci si prova...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...