martedì 16 agosto 2016

Dieci versi fa

 

MARIA LUISA SPAZIANI

CHI RITORNA DA UN VIAGGIO LUNGHISSIMO

Chi ritorna da un viaggio lunghissimo
non è più la stessa persona.
Ha raccolto colori, paesaggi,
temperature, odori, inverni e sole.
Pare che una cicogna sia passata
ieri sul centro storico. Saliva
dal Vittoriano, sfiorava la mia casa
e puntava laggiù verso San Pietro.
Anche lei, a ogni viaggio, è diversa?
Ma io stessa lo sono, sembra strano,
da quella che scriveva poco fa,
sì, dieci versi fa.

(da La luna è già alta, Mondadori, 2006)

.

Il poeta latino Sesto Properzio nelle sue Elegie (I,12) trova l’amata Cinzia diversa dopo un viaggio: “Non sum ego qui fueram : mutat via longa puellas” (Non son più quel che ero: lunghi viaggi trasformano le ragazze). È lo stesso assunto da cui parte la poetessa torinese Maria Luisa Spaziani (1922-2014): i viaggi ci cambiano, ci arricchiscono interiormente, spiritualmente e culturalmente. E anche scrivere, metterci a nudo sulla carta o sullo schermo di un computer, è un viaggio.

.

Cicogna

FOTOGRAFIA © R. VELDHUYZEN

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Se faccio un sogno, e poi / me ne nascono versi, / quei versi sono il sogno / che sognate con me.
MARIA LUISA SPAZIANI, Il fasto dell’ortica

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...