domenica 25 gennaio 2015

Chi è diverso

 

SANDRO PENNASandro_Penna_1

FELICE CHI È DIVERSO

Felice chi è diverso
essendo egli diverso.
Ma guai a chi è diverso
essendo egli comune.

(da Appunti, 1950)

.

Viviamo in un tempo di omologazione in cui il nuovo cittadino dovrebbe essere il tipo standard che vogliono i governi e le società: il buonista del pensiero unico, vestito secondo i dettami della moda imperante, centrato sul suo vivere in batteria come un pollo d’allevamento. Essere diversi, o meglio pensarla diversamente dalla massa non è un modo aristocratico di vivere, non è un sintomo di snobismo, è l’unico modo di vivere: essere se stessi e non lasciarsi imporre l’etichetta “comune”. Lo era ai tempi di Sandro Penna (1906-19/6), “diverso” in quanto anche omosessuale, lo è ancora oggi: ognuno dovrebbe fare un vanto delle sue peculiarità – siano sensibilità o carattere, atteggiamento, farle emergere dal piattume generale.

.

.

Goldfish

FOTOGRAFIA © STEPHAN HERMANS/PERRUSH

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Quando perdiamo il diritto a essere diversi, perdiamo il privilegio di essere liberi.
CHARLES EVANS HUGHES

1 commento:

Stefyp. ha detto...

Un grazie per questa proposta e per il pensiero che condivido. Buon pomeriggio, Stefania

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...