venerdì 12 aprile 2013

La microeternità

 

JACQUES PRÉVERTPrevert

IL GIARDINO

Mille anni e poi mille
Non possono bastare
Per dire
La microeternità
Di quando m'hai baciato
Di quando t'ho baciata
Un mattino nella luce dell'inverno
Al Parc Montsouris a Parigi
A Parigi
Sulla terra
Sulla terra che è un astro.

.

LE JARDIN

Des milliers et des milliers d'années
Ne sauraient suffire
Pour dire
La petite seconde d'éternité
Où tu m'as embrassé
Où je t'ai embrassèe
Un matin dans la lumière de l'hiver
Au parc Montsouris à Paris
À Paris
Sur la terre
La terre qui est un astre.

.

Ho già accennato alla mia scarsa predilezione per lo stile di Jacques Prévert (1900-1977), celebre e celebrato poeta francese. Devo tuttavia inchinarmi a certe sue invenzioni, come la “microeternità” nella quale si condensa il nucleo di questa coppia: baciarsi nella luce invernale del Parc Montsouris a Parigi – come in qualsiasi altra parte del globo, del resto – ha davvero la capacità di isolare i due amanti, di costituire un mondo a parte in cui gli innamorati sembrano in grado addirittura di fermare lo scorrere del tempo.

.

410712

FOTOGRAFIA © JEAN-NOËL RICHIEL

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Baciami / Baciami a lungo / Baciami / Più tardi sarà troppo tardi /La nostra vita è ora
.
JACQUES PRÉVERT

3 commenti:

Vania ha detto...

http://ideafotografata.blogspot.it/2012/05/ideafotografata54.html
...mi sembrava di ricordarmela:))

ciaoo Vania:)

Greta ha detto...

E' vero, anche John Donne diceva che l'universo di due amanti si riduce a una stanza. L'ossimoro "Le petite seconde d'éternité" è stupendo...

DR ha detto...

Il microscopico che diventa infinito, certo. E poi nell'egoismo a due dell'amore che chiude fuori il mondo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...