sabato 5 maggio 2012

Come getti di rami

 

MARZANNA BOGUMILA KIELAR

GLI AMANTI

Siamo distesi l'uno accanto all'altro da migliaia di anni.
Ci uniamo come getti di rami perché unisca
un gelame vivo.
 
Aggrappati l'uno all'altro
come quegli amanti del neolitico trovati intorno a Mantova,
che si abbracciano stretti
nella fossa attorniata da un manto di pietra,
nella terra come in un letto quando un raggio apre la stanza dalla finestra
 
Le nostre labbra in una vescica d'aria.
In una fenditura che compare nella lastra di ghiaccio del tempo.
 
Moriranno i nostri dei.
Si spezzeranno le catene di cause avviate dai nostri pensieri, dalle nostre azioni.
Cesseranno di esistere tutte le nostre opere.
Finiranno le parole e tornerà il silenzio.
Il silenzio parlerà ininterrottamente.
 
Siamo
un vuoto che ha bisogno di una forma per apparire.
 
I nostri occhi, liberati dalla morte, diventeranno un sole, brilleranno.
I nostri respiri, liberati dalla morte, diventeranno vento -

(da Almanacco dello Specchio 2010-2011 – Traduzione di Francesca Fornari)

.

L’amore è eterno. O meglio, l’amore è eterno quando si manifesta in tutta la sua pienezza, in tutta la sua sublimità. Un giorno forse potrà finire, potrà sciogliersi in lacrime e grida, in rimpianti e perché, ma al suo culmine diventa un punto sottratto al tempo. Se su due amanti felici si abbattesse una catastrofe cosmica, un’eruzione vulcanica, un meteorite che ne congelasse la felicità di quel momento, allora potrebbero stare per sempre insieme, come accaduto ai due corpi rinvenuti a San Valentino del 2007 presso Mantova, noti come “gli amanti di Valdaro”: due scheletri risalenti al Neolitico trovati strettamente abbracciati l’uno di fronte all’altra nella stessa sepoltura. È a loro che si riferisce la poetessa polacca Marzanna Bogumila Kielar (Varsavia, 1963), per cantare la grandezza dell’amore.

.

OSKAR KOKOSCHKA, “GLI AMANTI (L’ARTISTA E ALMA MAHLER)”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
L’amore è eterno finché dura
.
HENRI DE RÉGNIER

2 commenti:

Vania ha detto...

...mi è venuta in mente una canzone di Jovanotti....non mi ricordo il titolo ora...devo cercare....

"Temporale

Hanno scoperto una casa dell'antichità
Due scheletri abbracciati qualche osso poco o niente
Ma il loro bacio va avanti per l'eternità " Jovanotti

ciaooo Vania

DR ha detto...

può darsi che l'ispirazione sia la stessa...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...