venerdì 30 settembre 2016

L’amore che superi l’amore

 

VLADIMÍR HOLAN

UNA FOGLIA CHE CADE

Che non un’opportunità
si palesi è anche per stanchezza
dell’attenzione. Non più che di secondo
ordine è tutto quanto avverserebbe
i sensi. Invece la natura
si sovrastima a un tempo per la disparatezza
e tanto più quanto più
è a compimento. Una foglia che cade
è più alta dell’albero. E noi?
Conosciamo l’amore che superi
l’amore?

(da Il poeta murato, Garzanti, 1992, a cura di Vladimir Justl e Giovanni Raboni)

.

Dopo aver letto questa poesia del ceco Vladimír Holan (1905-1980) ho pensato che in effetti sarebbe bastata la quartina finale. I sette versi e mezzo che la precedono non sono che una superfetazione di questa chiusa formidabile, di questa domanda che cade a perpendicolo su noi e ci chiede – le spalle al muro – se siamo consapevoli del miracolo capace di superare il determinismo del vivere.

.

Foglia

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Ma basterebbe che il vento / gli gettasse sulle spalle una foglia secca / e il ponte, di colpo, non reggerebbe il peso…

VLADIMÍR HOLAN, In progresso

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...