domenica 21 febbraio 2010

Al mercato del cielo

FRANCIS JAMMES

LA BAMBINA LEGGE L’ALMANACCO

La bambina legge l’almanacco accanto al cesto delle uova.
E, oltre ai Santi e al tempo che farà
Può contemplare i bei segni del cielo:
Capricorno, Toro, Ariete, Pesci e gli altri.

Così, può credere, contadinella,
Che sopra di lei, tra le costellazioni,
Ci sono mercati, simili a quello degli asini,
Di tori, arieti, capre e pesci.

È il mercato del Cielo senz’altro quello che legge.
E, quando la pagina arriva al segno della Bilancia,
Si dice che in Cielo come dal droghiere
Si pesano il caffè, il sale, e le coscienze.

.

Certo, fa sorridere l’ingenuità di questa contadinella di cento anni fa, paragonata alle smaliziate bambine di oggi. Un altro segno del tempo che passa e che ci trasforma, ci dona coscienza e ci priva sempre prima dell’infanzia. Un bozzetto nel tipico stile di Francis Jammes (1869-1938), poeta francese tra i prediletti di Gozzano, capace di leggere la vita e la natura con un’ottica lirica e religiosa: il richiamo alla coscienza oggi può fare riflettere anche noi, e non è un caso che la lezione ci venga dagli ingenui…

.

Antica carta del cielo © Starsurfin

.

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *
LA FRASE DEL GIORNO
Anche l'ingenuità è vita, anzi, il vero esordio fresco fragrante della vita.
ITALO SVEVO, Corto viaggio sentimentale

4 commenti:

nidia ha detto...

fresca e deliziosa

DR ha detto...

un gesto che conosco, quello di questa bambina: non per i segni zodiacali, dei quali proprio non mi può interessare di meno, ma per la consuetudine di leggere l'Almanacco di frate Indovino con i proverbi e i lavori del mese

stella ha detto...

Purtroppo c'è chi la coscienza non ce l'ha e allora?

DR ha detto...

e sono tanti...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...