martedì 23 luglio 2019

Gli occhi pieni d’amore


JOHN KEATS

SU VIENI, EMMA, FIORITA DEL TUTTO È LA ROSA


1

Su, vieni, Emma, fiorita del tutto è la rosa
E prodiga è sparsa la ricchezza di Flora;
Tutta dolce è l'aria, l'acqua di cristallo,
Risplende la sera vestita d'un raggio.


2

Vieni, mia bella, corriamo alle radure schiuse,
Alle ombre fresche, ai seggi intarsiati
Dove cantano le fate gl'inni della sera,
E la silfide all'ultimo raggio nuota leggera
.

3

Stanca, ti troverò un letto di fiori,
Di muschio, ove la testa poggiare;
In festa, seduto ai tuoi piedi,
Ripeterò la mia storia d'amore.


4

Dolce sospiro e dolce pianto udrai,
Amoroso credendolo uno zefiro vicino:
Ma sul tuo ginocchio ti dirà
La mia mano che son io che sospiro.


5

E allora, amore, perché dobbiamo
Come lo sciocco perdere ciò che abbiamo?
Su, ridi, la mano sia tesa,
Gli occhi pieni d'amore, la voce dolce di resa.


(da Poesie, Mondadori, 1986 - Traduzione di Silvano Sabbadini)

.

Natura e mondo greco sono lo scenario del poeta romantico inglese John Keats: in questi versi giovanili dedicati a una delle sorelle Matthew, Ann o Caroline - per quanto risulti strano parlare di opere della gioventù per un uomo morto a 25 anni - appaiono tutti gli stilemi di quel mondo classico, tanto che potrebbe trattarsi di un’ode di Saffo, da Flora, dea dei cereali e della primavera, allo zefiro, vento che si diceva producesse fiori con la dolcezza del suo respiro.

.

SIR LAWRENCE ALMA-TADEMA, "UN COMODO PUNTO DI OSSERVAZIONE"

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Non fugge forse ogni incanto / Al semplice tocco della fredda filosofia?
JOHN KEATS, Lamia




John Keats (Londra, 31 ottobre 1795 - Roma, 23 febbraio 1821) poeta inglese, unanimemente considerato uno dei più significativi letterati del Romanticismo. Peculiarità della poetica di Keats è la vivace rispondenza alla bellezza della poesia e dell’arte.


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...