venerdì 17 marzo 2017

Poesie sdraiate al sole

 

ANISE KOLTZKoltz

NON MI PIACCIONO LE POESIE VIGLIACCHE

Non mi piacciono le poesie vigliacche
che si bendano gli occhi

Mi piacciono quelle
che esplodono in bocca
che scrocchiano sotto i denti

O quelle sdraiate al sole
con i gatti
a stirarsi e a fare le fusa

(da Il mangiatore di fuoco, 2003)

.

È la dichiarazione poetica di Anise Koltz (Eich, 1928), poetessa e scrittrice lussemburghese: quella che ama è una poesia sanguigna, concreta, diretta, tesa alla verità più che alla bellezza, ben consapevole comunque che il poeta trasporta soltanto il suo messaggio, come il vento e il fiume: “Sono io che scrivo la poesia? O è la poesia che mi scrive?”

.

Cat-Basking-in-the-Sun

BRUNO LILJEFORS, “GATTO CHE SI SCALDA AL SOLE”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Scrivere / è strappare il loro segreto / alle parole.
ANISE KOLTZ, Il mangiatore di fuoco

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...