giovedì 23 marzo 2017

La goccia del giorno

 

JAIME SABINES

IL GIORNO

È sorto il giorno senza di lei.
Si sposta appena.
Ricorda.

(I miei occhi, più dolci,
la sognano.)

Come è facile l’assenza!

Sulle foglie del tempo
la goccia del giorno
scivola tremando.

(da Horal, 1950)

 

Il poeta messicano Jaime Sabines (1926-1999) nel 1947 si innamorò di Chepita Rodríguez, che conosceva dai tempi dell’infanzia e che sposerà nel 1953. È la stessa Chepita a rivelare il senso di questa poesia: “Quando eravamo fidanzati dovemmo separarci molte volte (…) Il 3 aprile del 1949 Jaime e mio fratello Jorge mi accompagnarono all’aeroporto di Città del Messico: tornavo nella mia casa di Tuxtla Gutiérrez perché ero malata. Quella sera Jaime scrisse Il giorno e Horal”. Appare chiaro allora il senso di quella nostalgia: “Non è che muoio d’amore, muoio di te. / Muoio di te, amore, d’amore di te”.

.

Gocce

FOTOGRAFIA © DANIELE RIVA

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Mi conosco in te più che in me stesso. / Sei un continuo miracolo, / un dolore che non sai dov’è.

JAIME SABINES, Poesie scelte (1951-1961)

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...