mercoledì 30 novembre 2016

Non importa che tu sia lontano

 

JULIA PRILUTZKY FARNY

TU DORMI, LO SO

Tu dormi, lo so.
Sono sveglia e ti guardo.
Non importa che tu sia lontano,
che non ascolti
il tuo respiro nell'ombra;
non importa che non possa
passare la mano sulla tua testa,
le tue tempie e le tue spalle.

Sono sveglia e ti guardo, sempre.
Non importa che non possa rannicchiarmi
perché tu mi avvolga senza saperlo,
perché tu mi abbracci senza sentirlo,
perché tu mi trattenga
mentre tremo e dico soltanto
parole che non ascolti.
Posso essere così lontana
eppure continuo a stare sveglia a guardarti dormire.

(da Antologia dell’amore, 1977)

.

Un’altra poesia dell’assenza: la poetessa ucraina naturalizzata argentina Julia Prilutzky Farny (1912-2002) riesce a superare in qualche modo la lontananza fisica sopperendo con la memoria e l’immaginazione.

.

Zener

ERIC ZENER, “SONNO”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
La lontananza che rimpicciolisce gli oggetti all'occhio li ingrandisce al pensiero..
ARTHUR SCHOPENHAUER, Parerga e Paralipomena

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...