lunedì 1 agosto 2016

Poesie per agosto III

 

Ancora agosto: il mese della sospensione delle attività, delle ferie, della spensieratezza. Così lo coglie il poeta spagnolo Hugo Izarra (Vigo, 1980): un’oasi in cui ristorarsi da tutti i problemi del vivere quotidiano. Nella canicola, mentre gridano le cicale e il sole scioglie le pietre come nella scena dipinta da Nico Orengo (1944-2009), non si può fare altro che rimanere all’ombra e scrutare il mare.

.

.

NICO ORENGOnico-orengo

AGOSTO SFONDA L'ORIZZONTE

Agosto sfonda l'orizzonte.
E fa male guardare il volo
indeciso del rondone:
lo riporta in terra l'odore
bianco del fico, una rete che
imbriglia la sua sete di andare
là, dove il mare si appresta a curvare.

(Da Cartoline di mare, Einaudi, Torino 1984)

.

.

.

.

HUGO IZARRAIzarra

TUTTO FINIRÀ QUANDO VERRÀ AGOSTO

Tutto finirà quando verrà agosto;
la voce dei cantanti, il tatto delle foglie,
la felicità ingannevole delle promesse.

Perché tutto ha fine dove comincia agosto;
la malattia e la rabbia, l’amore e l’innocenza,
le coppe di gelato al mascarpone e fragola.

Comincerà un altro agosto, questo agosto.
E non ci saranno più lacrime nelle stazioni,
né pornografia entusiasta, né invisibili.

Tornerà agosto, il vero agosto,
e quello che ieri ci spezzava il cuore
oggi ci farà soltanto scuotere la testa.

Tutto finirà quando verrà agosto,
perché tutto ha fine dove comincia
agosto, per fortuna.

.

.

HD Beach Umbrella

FOTOGRAFIA © HDIMAGELIB

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Tutto può succedere ad agosto, la natura vibra alla luce del sole e il cuore si concede di osare
.
STEPHEN LITTLEWOOD

2 commenti:

Hugo Izarra ha detto...

Grazie mille.

DR ha detto...

Grazie per la bella poesia

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...