giovedì 21 luglio 2016

Un pugno di segni

 

ADA SALAS

CI SONO LIBRI CHE SI SCRIVONO

Ci sono libri che si scrivono sulla carne stessa.
Sono cicatrici che ci parlano
                                       e sanguinano
quando il tempo si arrende alla sconfitta
un pugno di segni che a stento
comprendiamo
e che sono stati il bacio intatto della  vita.

(da La sete, 1997)

.

Cicatrici spesso invisibili che testimoniano lo scorrere del tempo – non solo le rughe, ma anche i graffi nell’anima, i dolori, le angosce, tutto quello che il passare degli anni ha impresso sul nostro corpo e che trasformiamo in parola, in racconto, in poesia. E quella è la vita, quella è la sua rivelazione, il segno che ogni volta ha lasciato su di noi: così dice la poetessa spagnola Ada Salas (Cáceres, 1965).

.

16__2

TAMARA DE LEMPICKA, “LA TUNICA ROSA”, 1927 – COLLEZIONE PRIVATA

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Contempla come fuggono le parole. / Soffermati sulla polvere che lascia / la memoria. Che tutto il tuo dolore / ti appartenga. // Vivere / è un’impronta.
ADA SALAS, Il luogo della disfatta

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...