domenica 26 giugno 2016

E scrivevo versi

 

NIKIFÒROS VRETTÀKOS

DOMENICA

Ero vestito bene oggi.
Sono uscito la mattina in città,
fasciato della tua anima. Ero perfino bello.
Mi ero lavato ieri sera con la
musica della tua voce -
                                  Tenevo
in mano la penna e dove
trovavo sole immergevo la punta
           e scrivevo versi.

(da L’abisso del mondo, 1961 - Traduzione di Gilda Tentorio)

.

Nikifòros Vrettàkos (1912-1991) è poeta che canta la luce e la bellezza, il miracolo del vivere, la perfezione della natura. La poesia nasce dal sole: “Somigliano i miei versi al bacio dorato del sole sulla neve” e in questa lucentezza il reale si manifesta e si può cogliere: “Le mie parole, calici, dovevano / riempirsi di luce”.

.

Pott

DAVID POTT, “STUDY FOR MAN WALKING ALONG THE BEACH”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
I miei versi, / vasi alla finestra di Dio.
NIKIFÒROS VRETTÀKOS, Corale

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...