venerdì 3 giugno 2016

Balaustrata di brezza

 

GIUSEPPE UNGARETTI

STASERA

Versa, 21 maggio 1916

Balaustrata di brezza
per appoggiare stasera
la mia malinconia.

(da Il porto sepolto, 1916, poi in L’Allegria, 1931)

.

Molte sono nella prima opera di Giuseppe Ungaretti (1888-1970) le poesie brevissime, enunciazione di uno stato d’animo attraverso un elemento naturale, scoperta di una realtà che si situa tra il senso e il sentimento. Vi appartiene anche “Stasera”, scritta nel casale di Versa, ora frazione di Romans d’Isonzo, dove il 19° reggimento di Fanteria, in cui il poeta prestava servizio, riposava tra un combattimento e l’altro nelle trincee. Protagonista è il vento leggero apprezzato da un balcone - esposto a sud probabilmente, visto che il titolo della poesia nell’edizione del 1916 è “Finestra a mare”: sono soltanto nove parole ma ci permettono di immaginare Ungaretti appoggiato sui gomiti mentre guarda malinconicamente il paesaggio dissolversi nel tramonto.

.

Venice-Floral-Balcony

DIPINTO DI JOANNE MORRIS MARGOSIAN

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Il carnato del cielo / sveglia oasi / al nomade d’amore.
GIUSEPPE UNGARETTI, L’Allegria

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...