lunedì 30 maggio 2016

L’acqua tenera

 

FRANCO FORTINI

LE RADICI

Ormai dopo quest’ora non verrà nessuno,
Così siamo ancora soli, amore,
e per questo riposo vedi

nell’esistere unico, nel limite
che la tua mano ha dall’aria
come la rosa nella sera dell’orto,

quanto ci punge, quanto si disegna
vera e a sé giunge chiara
la storia tremenda ma degna di noi

che il mondo è stato. Ora in fondo alla terra
si nasconde l’acqua tenera
che versi alle piante innocenti.

(da Una volta per sempre, 1963)

.

Il senso tragico della storia è alla base della poetica di Franco Fortini (1917-1994): “Una profonda e segreta riserva, la riserva religiosa e marxista dell'utopismo, gli vieta infatti, anche negli anni di più generoso impegno storico, di trattare veramente il reale presente come cosa salda” scrive Pierluigi Mengaldo. Il presente di una sera in giardino con la moglie è impregnato di solitudine, del peso gravoso del passato e dell’attesa di un futuro che ai suoi occhi non può essere altro che negativo.

.

Volegov

VLADIMIR VOLEGOV, “DONNA CON ANNAFFIATOIO”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Ma ti rinnovi tu? Alla luce viva invecchi, / un’ora che ti specchi cerchi e non trovi più.
FRANCO FORTINI, Poesia ed errore

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...