lunedì 4 aprile 2016

Falò di luna labili

 

GESUALDO BUFALINO

BARCAROLA

Infinita di fiaccole l’acqua
con le movenze di un’iride ombrosa
s’apre e s’aggrotta, s’incupisce e ride.

Ti abbandoni, le ali del viso
come una grande farfalla richiudi.

Più tardi, se ti sporgi
ai gentili alleluia della riva,
o disegni un oracolo col remo,
falò di luna labili fioriscono
sulla tua fronte, l’ora
è fulminata di felicità.

(da L’amaro miele, Einaudi, 1982)

.

Una donna in barca – e il ritmo dei versi suggerisce il rollio delle onde, come nelle “barcarole” musicali. Lo scrittore siciliano Gesualdo Bufalino (1920-1996) costruisce abilmente questo ritratto femminile con  un intreccio di onde e di riflessi, di graziose immagini e di gioiosi raggi.

.

Barca

IMMAGINE DA “IL VELO DIPINTO” © EAGLES PICTURES

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Due infelicità, sommate, possono fare una felicità.
GESUALDO BUFALINO, Il malpensante

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...