giovedì 14 gennaio 2016

Una poetica magia

 

KONSTANTINOS KAVAFIS

IL POETA

Distaccato dal mondo, l’inebria una poetica magia:
il mondo intero per lui sono i bei versi.
Per il suo poeta la Fantasia costruì una casa
solida, immateriale, che la sorte non scuote.

Direte: “Che vita insulsa e inutile. Follia
credere che un suono seducente di flauto
sia la vita, e nient’altro”; o “Arida apatia
sferza colui che mai strema la pena

e la lotta del vivere”. Ma errato e ingiusto
è il vostro giudicare. Di lui, divina è la Natura.
Non giudicate con la vostra logica, cieca debolezza.

La sua casa ha pareti di magici smeraldi
con dentro mormorii di voci: “Sta’ tranquillo, amico;
medita e componi. Mistico apostolo, coraggio!”

(da Poesie erotiche, Crocetti, 1985 - Traduzione di Nicola Crocetti)

.

“Non giudicate con la vostra logica, cieca debolezza”: è in questo verso del poeta greco Konstantinos Kavafis (1863-1933) la risposta a quanti non capiscono e non considerano la poesia. Il loro approccio è sbagliato, incrostato delle cose del mondo, appesantito dalla logica o dall’assenza di sensibilità. Sono loro a muoversi goffi come degli struzzi incapaci di volare, mentre il poeta come l’albatro di Baudelaire si eleva invece nel cielo libero. Perché la poesia è magica, è divina, altro che un’arida apatia o una seducente follia!

.

Puskin

PIOTR KONCHALOVSKY, “RITRATTO DEL POETA ALEKSANDR PUSKIN”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
C’è una sola definizione della poesia: l’accoglienza che l’uomo riserva alla vita.
JOË BOUSQUET, Mistica

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...