venerdì 15 gennaio 2016

Sull’iridata scia

 

ANTONIO BAROLINIAntonio Barolini

PALINURO

a Elena

E anch’io, nel sopore
chiudendo le palpebre,
come Palinuro,
cadrò dal bordo della nave
sull’iridata scia:
docile mare,
vaga follìa,
amore.

(da Poesie alla madre, Neri Pozza, 1960)

.

Palinuro è un personaggio dell’Eneide di Virgilio: marinaio di Enea, mentre è al timone di notte viene tentato dal dio Sonno, che vince la sua resistenza e lo fa precipitare in mare durante la rotta dalla Sicilia a Cuma; il naufrago riesce a giungere sulla costa dove è trucidato dai barbari Lucani. Antonio Barolini (1910-1971), poeta veneto che ha spauto innestare gli influssi della poesia americana – era corrispondente dagli Stati Uniti per La Stampa – sulla sua familiare e cordiale elegia, si serve di Palinuro per ritagliarsi addosso l’immagine di un naufrago gettato dal fato nella follia dell’amore.

.

Eimmart

GEORG CHRISTOPH EIMMERT, “PALINURO, TIMONIERE DI ENEA, CADE IN MARE”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
L'amore è la saggezza dello sciocco e la follia del saggio
.
SAMUEL JOHNSON

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...