martedì 24 novembre 2015

Tutto sarò

 

FERNANDO PESSOA

VOGLIO, AVRÒ

Voglio, avrò -
se non qui,
in altro luogo che ancora non so.
Niente ho perduto.
Tutto sarò.

(Quero, terei, da Poesias Inéditas (1930-1935), 1955)

.

“Non sono niente. / Non sarò mai niente. / Non posso voler essere niente. / A parte ciò, ho in me tutti i sogni del mondo”: all’alter ego Álvaro de Campos il poeta portoghese Fernando Pessoa (1888-1935) aveva affidato questa riflessione. La brevissima poesia del Pessoa ortonimo, che risale al 9 gennaio 1933, è – come l’altra – l’espressione della sua insoddisfazione, della sua celebre inquietudine, ma ha in sé questa dimensione di speranza spirituale, di un possibile dove realizzare pienamente la sua umanità.

.

JULIO POMAR, “FERNANDO PESSOA”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Noi non ci realizziamo mai. Siamo due abissi – un pozzo che fissa il Cielo
.
FERNANDO PESSOA, il libro dell’inquietudine

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...