venerdì 6 novembre 2015

Solo sussurri

 

ZBIGNIEW HERBERT

LA VOCE

Vado al mare
per udire quella voce
fra un colpo e l'altro dell'onda

ma la voce non c'è
c'è solo la senile garrulità dell'acqua
il nulla salato
l'ala d'un bianco uccello
rinsecchita sulla pietra

vado nel bosco
dove dura ininterrotto
il fruscio d'una enorme clessidra
che trasmuta foglie in terra nera
terra nera in foglie
potenti mandibole d'insetti
divorano il silenzio della terra

vado nei campi
lastre verdi e gialle
fissate con spilli d'esistenze d'insetti
risuonano a ogni tocco di vento

dov'è quella voce
dovrebbe farsi udire
quando per un attimo tacerà
l'instancabile monologo della terra

niente solo sussurri
schiocchi scoppi

torno a casa
e l'esperienza assume
forma di alternativa
o il mondo è muto
o io sono sordo

forse però
siamo entrambi
segnati da una infermità

dobbiamo perciò
prenderci sottobraccio
andare avanti
verso nuovi orizzonti
verso gole contratte
da cui fuoriesce
un incomprensibile borbottio.

(Da Rapporto dalla città assediata, 1983- Traduzione di Pietro Marchesani)

.

Il poeta polacco Zbigniew Herbert (1924-1998) cerca di udire una voce – la voce di Dio? La voce dell’anima? La voce di qualche cosa sotteso al continuo mormorio del mare e della terra? Ma i sensi umani sembrano non essere in grado di percepire questa voce: odono soltanto lo sciabordio delle onde, il frinire degli insetti, lo stormire del vento. Siamo immersi nel caos e il messaggio è indecifrabile, d’altro canto i nostri strumenti di lettura sono menomati. Non resta altro da fare che avanzare comunque: “Bisogna accettare / chinare mitemente il capo / non torcersi le mani / ricorrere alla sofferenza con misura e dolcezza / come a una protesi / senza falso pudore / ma anche senza inutile orgoglio”.

.

Self Portrait at Dawn

FOTOGRAFIA © JORG REUTER

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Abbi coraggio quando il senno delude abbi coraggio / in fin dei conti questo solo è importante.
ZBIGNIEW HERBERT, Signor Cogito

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...