mercoledì 21 ottobre 2015

Per distrarre lo spleen

 

VINICIUS DE MORAESDe Moraes

LETTERA A BAUDELAIRE

Poeta, un po’ alla tua maniera
e per distrarre lo spleen
che sento giungere a me
nel suo solito giro

sfogliandoti, ritrovo il raro
piacere di imbattermi
nella tua famosa sordidezza
nella vecchia foto di Carjat

che non rivedevo dal tempo
in cui leggevo e rileggevo
te, Verlaine, Rimbaud...

Come è passato in fretta il tempo
Come è cambiata la poesia
Come non è cambiato il tuo viso!

Los Angeles, 1947

(Bilhete a Baudelaire, da Antologia poética, 1954)

.

Un omaggio del poeta brasiliano Vinicius De Moraes (1914-1980) a un altro grande poeta, quel Charles Baudelaire con il quale condivide lo spleen, quell’angoscia di vivere che forse – vista la lontananza dal natio Brasile - è soltanto una forma di saudade che vira in una tristezza fatta di meditazione e di malinconia. Ed è un omaggio a tutta una generazione di poeti francesi: “Un giorno ho sentito un nome: Baudelaire. Un altro: Rimbaud. Un altro ancora: Mallarmé. E un altro: Verlaine. E ho cominciato a leggere”.

.

Vinícius-de-Moraes

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
I tuoi sentimenti sono poesia, le tue sofferenze malinconia.
VINICIUS DE MORAES, Novos poemas

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...