lunedì 7 settembre 2015

Il vento della sera

 

VILBORG DAGBJARDSDÓTTIRDagbjartsdóttir

DESIDERIO

Più profondo della verità
nell’immaginazione
è il tuo ricordo
e il tuo amore
È come il profumo del vento della sera:

Quando i miei sensi lo percepiscono
quasi non oso respirare

(da Laufið á trjánum [Le foglie della sera], 1960)

.

La scrittrice islandese Vilborg Dagbjartsdóttir (Vestdalseyri, 1930), fu una delle prime donne a scrivere poesie moderniste in un paese isolato, molto legato alla tradizione anche nei versi, traduttrice, autrice di testi per bambini, pedagogista, femminista. Gran parte della sua poesia si occupa però della ricerca di se stessi e della lotta per sopraffare la propria solitudine: il vento della sera, qui a rappresentare l’amore, l’Altro, è l’emblema di questa condizione, è il desiderio che nell’immaginazione viene a colmare il vuoto.

.

Munch

EDWARD MUNCH, “MORGEN”

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Sei il desiderio del giorno / e io una notte infinita. / Il mio sangue ti cerca / come la terra.
DHABIYA KHAMIS

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...