giovedì 23 luglio 2015

Quest’albero

 

UMBERTO BELLINTANI

FERMIAMOCI UN MOMENTO

Fermiamoci un momento, amici.
Quest’albero era
quando ancora non erano
i nostri padri i nostri avi.
Ed ecco io sento che qualcosa gli devo,
ma non so cosa, amici, ma la mano
mia ecco lo accosta e lo carezza,
e tutta trema la mia mano, amici
.

(da Forse un viso tra mille, 1953)

.

È una sensazione che ho provato spesso, questa descritta dal poeta mantovano Umberto Bellintani (1914-1999): non solo davanti ad alberi imponenti, storici, monumentali – a un chilometro da casa c’è un enorme platano che sul finire del XVIII secolo vide combattere le truppe napoleoniche contro quelle austro-russe – ma anche anonimi tronchi secolari che costellano boschi e campagne. È una sorta di rispetto, è una venerazione per la forza della natura, è una testimonianza della piccolezza delle nostre vite.

.

BigTree

FOTOGRAFIA ©BIG TREE STRATEGIES

.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
LA FRASE DEL GIORNO
Gli alberi sono liriche che la terra scrive sul cielo.
KAHLIL GIBRAN, Sabbia e spuma

1 commento:

Paolo ha detto...

E' proprio così, gli alberi trasmettono sensazioni e quelli grandissimi ispirano reverenza

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...